01/06/2020 | Turchia

Nessuna carenza e nuovi obiettivi di esportazione

Secondo quanto dichiarato dal Ministero dell'Agricoltura, in Turchia non ci sono state interruzioni nella fornitura di cibo durante la pandemia da coronavirus.

 

Grazie alle misure precauzionali adottate quasi un mese prima che la pandemia da coronavirus raggiungesse il paese e rafforzate a metà marzo, quando sono comparsi i primi casi. È stata messa in atto una rigorosa sorveglianza per la produzione e l'esportazione. Gli agricoltori hanno ricevuto permessi di mobilità per sostenere la produzione agricola.

 

La Turchia ha inoltre intensificato i contatti diplomatici con i paesi dell'Estremo Oriente per aprire canali di esportazione per i prodotti agricoli, ha reso noto il ministro del Commercio turco.

 

Di recente, il paese è stato autorizzato dalla Thailandia a esportare mele. Alle autorità thailandesi sono state presentate domande di esportazione di patate, ciliegie, uva, pere, fragole e mandarini, mentre altre domande alle autorità giapponesi riguardano l'esportazione di fragole, arance e mandarini.

 

 

Fonte: hurriyetdailynews.com  

 

 

 

© Copyright 2011 - Fructidor International - All rights reserved.