23/05/2024 | Stati Uniti d'America

Diminuzione di quantità ortaggi disponibili per consumo in USA in due decenni

In base a un report dell'Economic Research Service (ERS) pubblicato dallo USDA, il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti, la quantità di verdure disponibili per il consumo negli Stati Uniti è calata.
 
Nel 2003, secondo il report, la quantità annuale di ortaggi disponibili per il consumo negli Stati Uniti era di 413,9 libbre (187,7 kg) pro capite. Ma nel 2022 questa cifra scende a sole 359,1 libbre (162,8 kg), corrispondenti a una variazione di un -13,24% in due decenni.
 
La quota totale di cibi amidacei (escluse le patate), pomodori, altri ortaggi e patate è scesa al 78% del totale nel 2022, rispetto a quasi l'84% del 2003. 
 
Le linee guida per uno stile alimentare sano suddividono gli ortaggi in sottogruppi in base al contenuto di sostanze nutritive:
. legumi (fagioli secchi, piselli, lenticchie)
. verdure verdi scure (broccoli, lattuga, spinaci, ecc.)
. altre verdure (carciofi, asparagi, cavoli, melanzane, cipolle, ecc.) 
. ortaggi rossi e arancioni (peperoni, carote, zucca, patate dolci, ...)
. pomodori
. alimenti amidacei (comprese le patate).
 
 
Basandosi sui dati USDA aggiornati a maggio 2024, si è realizzato un grafico che mostra la disponibilità annuale di vari ortaggi negli Stati Uniti tra il 2003 e il 2022.
 
 
 
Fonte: ers.usda.gov
© Copyright 2011 - Fructidor International - All rights reserved.