CERCA UN'INFORMAZIONE O UN ARTICOLO GIA' PUBBLICATO



Ricerca Veloce





Ricerca sulla mappa

18,000 indirizzi in 138 paesi...

Ucraina 17/01/2023

Esportatore mele ucraino invita a incontrarsi di persona a Fruit Logistica e Gulfood Dubai

Invia a un collega 
Versione stampabile 

USPA FRUIT, noto esportatore di mele ucraine, rifornisce più di 40 nazioni, tra cui gli Emirati Arabi Uniti, il Bahrein, il Kuwait, l'Oman, il Qatar, l'Arabia Saudita, Singapore, Hong Kong, la Malesia e altri paesi del Sud-Est asiatico, dell'Africa e dell'Unione Europea.

 
Volodymyr Gurzhiy, amministratore delegato di USPA Fruit, ha parlato con Fructidor e condiviso le sue opinioni sul raccolto e sulle attività commerciali in tempo di guerra.
 
"Malgrado le numerose previsioni di perturbazioni, soprattutto a livello tecnologico, la qualità del raccolto di mele di quest'anno è considerata elevata", commenta il CEO.
 
"Nonostante l'andamento negativo dei costi per la logistica e l'imballaggio, le esportazioni sono riprese attivamente. Tra le sfide, anche gli esportatori serbi e turchi sono partiti bene e hanno stabilito un trend di prezzi bassi sui principali mercati esteri. In questo modo, l'economia degli esportatori si è contratta su due fronti: da un lato, i costi sono saliti e, dall'altro, c'è una pressione sui prezzi.
 
Attualmente le forniture di mele Royal Gala provenienti da questi paesi sono piuttosto limitate, ma questa tendenza influisce comunque sulla percezione del prezzo da parte dei compratori. La geografia delle esportazioni di mele ucraine rimane stabile, con l'eccezione del mercato bielorusso — completamente assente a causa della guerra — che normalmente dominava il volume delle esportazioni. Il consumo interno in Ucraina è diminuito notevolmente a causa della migrazione di donne e bambini — i principali consumatori di mele — e anche per via dell'occupazione dei territori e della riduzione del potere d'acquisto. 
 
In generale, i costi logistici sono raddoppiati, e a volte anche di più, rispetto alla stagione scorsa. In effetti, questi costi hanno assorbito il margine degli esportatori. Attualmente i prezzi sui mercati esteri sono omogenei rispetto alle annate precedenti. Se quest'anno non ci saranno prezzi elevati sui mercati esteri, non sarà facile per gli esportatori ucraini. In teoria, nella seconda metà della stagione, i prezzi delle mele dovrebbero salire e stanno già salendo. La domanda è se questo aumento compenserà il costo dello stoccaggio. Dopo aprile arriveranno le mele dell'emisfero meridionale e i prezzi dovrebbero teoricamente calare, e allora la speranza sarà solo per il mercato interno", continua Gurzhiy.
 
"Grazie a una strategia di diversificazione e frammentazione ben sviluppata, USPA Fruit sta operando con successo. Al momento siamo stabili, le esportazioni procedono come sempre. La divisione internazionale sta registrando una crescita costante. Dall'inizio della stagione, USPA Fruit ha già preso parte come espositore al Mihas di Kuala Lumpur, a Fruit Attraction di Madrid, al Sial di Parigi e a Interpoma di Bolzano", conclude Gurzhiy.
 
Dall'8 al 10 febbraio USPA Fruit parteciperà a Fruit Logistica a Berlino, in Germania. Successivamente, dal 20 al 24 febbraio, l'azienda sarà presente al Gulfood di Dubai (EAU). Se desiderate incontrarli di persona, inviate un'e-mail per concondare un appuntamento.
 
 
 
 
 
 
Membri GOLD
I membri Gold
in 1a pagina
Svizzera Sofresco - Svizzera - 1. Mora - 2. Mirtillo
Become Gold


"La qualità del raccolto di mele di quest'anno è considerata elevata", ha dichiarato Volodymyr Gurzhiy, amministratore delegato di USPA Fruit
 
Invia a un collega 
Versione stampabile 
Fructidor.com ad.


^ Vai a inizio pagina