CERCA UN'INFORMAZIONE O UN ARTICOLO GIA' PUBBLICATO



Ricerca Veloce





Ricerca sulla mappa

18,000 indirizzi in 138 paesi...

Italia 25/05/2023

Emilia Romagna: alluvioni devastanti compromettono produzione

Versione stampabile 
La Coldiretti stima che circa 300.000 ettari di terreni agricoli, tra cui oltre 25.000 ettari di frutteti (pesche, nettarine, kiwi, albicocche, susine, pere, cachi, ciliegie) e migliaia di ettari coltivati a ortaggi, siano gravemente colpiti dall'alluvione.
 
La Confederazione Nazionale Coltivatori Diretti (Coldiretti) prevede che la raccolta di frutta sarà compromessa per i prossimi 4-5 anni. L’esondazione ha sommerso i frutteti “soffocando” le radici degli alberi, che rischiano di marcire completamente se non vengono espiantati e ripiantati. Queste operazioni necessarie interesserebbero circa 15 milioni di alberi e piante nei frutteti di pesche, nettarine, kiwi, albicocche, pere, susine, mele, cachi e ciliegie.
 
Inondazioni, frane e smottamenti hanno danneggiato diverse strutture (serre, edifici rurali), macchinari e attrezzature in migliaia di aziende agricole della regione, oltre a ponti e strade.
 
L'alluvione ha invaso anche i campi coltivati a grano (60.000 ettari), girasole, colza e soia (7.000 ettari), erba medica (40.000 ettari) per l'alimentazione animale e le stalle delle aziende agricole dove si allevano 250.000 animali (bovini, maiali, ovini, pecore e capre, polli, galline da uova, tacchini).
 
La Romagna è una delle aree più agricole del paese con una produzione lorda vendibile pari a circa 1,5 miliardi di euro all’anno.
 
 
Fonte: coldiretti.it
Become Gold


La Coldiretti prevede che la raccolta di frutta sarà compromessa per i prossimi 4-5 anni (foto: Confagricoltura Forlì Cesena e Rimini/Agronotizie)
 
Invia a un collega 
Versione stampabile 
Fructidor.com ad.


^ Vai a inizio pagina