CERCA UN'INFORMAZIONE O UN ARTICOLO GIA' PUBBLICATO



Ricerca Veloce





Ricerca sulla mappa

18,000 indirizzi in 138 paesi...

Spagna 15/03/2024

Nuova strategia di autorizzazione prodotti fitosanitari per coltivazione aglio in Francia, Italia e Spagna

Versione stampabile 
In un recente incontro a Rovigo, il Gruppo di Contatto sull'Aglio, composto da responsabili della filiera dell'aglio e da rappresentanti delle amministrazioni di Francia, Italia e Spagna, ha adottato la proposta presentata dall'Associazione Nazionale Produttori e Commercianti di Aglio (ANPCA) — volta a migliorare la disponibilità di fitofarmaci — in base alla quale le autorizzazioni per i prodotti finosanitari saranno gestite a livello di zona anziché di singola nazione.
 
Questa misura probabilmente darà un contributo a far fronte alle politiche europee di più alto livello che puntano a ridurre i prodotti finosanitari per la coltivazione dell’aglio.
 
La proposta nasce da un'analisi dettagliata che ha rivelato gravi limitazioni nella disponibilità e nell'approvazione di nuovi prodotti fitosanitari essenziali per la coltivazione dell'aglio. Secondo il progetto proposto, un'autorizzazione concessa in un paese della zona meridionale, come la Spagna, implicherebbe un'approvazione automatica per il resto dei paesi della stessa area. Attualmente, il regolamento 1107/2009 divide l'Europa in tre zone fitosanitarie per tali autorizzazioni, e la zona C è quella che raggruppa i paesi meridionali quali Spagna, Francia, Grecia e Italia.
 
Francia e Italia hanno accolto positivamente questa iniziativa, che sarà presentata al Comitato Misto per essere approvata e trasmessa alle autorità competenti.
 
Nel corso della riunione sono state discusse anche le proiezioni per la campagna di quest'anno, rimarcando una notevole riduzione della superficie coltivata a aglio in Spagna, in probabile calo del 15-20%, dai 24.876 ettari del 2023 a circa 20.926. Castiglia La Mancia, la principale regione spagnola di produzione di aglio, dovrebbe registrare una riduzione stimata a un -14%, l'Andalusia un -23% e Castiglia e Leon un -23,5%. Per contro, le superfici dedicate alla coltivazione dell'aglio in Francia e in Italia rimarranno stabili, con circa 4.400 ettari in Francia e 3.400 in Italia.
 
 
 

Fonte: fepex.es

 
Become Gold


Nel corso della riunione sono state discusse anche le proiezioni per la campagna di quest'anno, rimarcando una notevole riduzione della superficie coltivata a aglio in Spagna, in probabile calo del 15-20%, dai 24.876 ettari del 2023 a circa 20.926 (foto: ajoespañol.net)
 
Invia a un collega 
Versione stampabile 
Fructidor.com ad.


^ Vai a inizio pagina